Archivio

Post Taggati ‘transiberiana’

N. 50 Una ferrovia che attraversa 7 fusi orari: la transiberiana

11 Ottobre 2013 Nessun commento

Nel 1891, il viaggio per raggiungere San Pietroburgo, partendo dalle regioni della Russia che si affacciavano sull’Oceano Pacifico, durava più di un anno.

Lo zar Alessandro III (1845-94) progettò una ferrovia per raggiungere le remote regioni disabitate del Paese . Nel 1891 iniziarono i lavori. Nel 1904 si ebbe l’ inaugurazione.

Oggi il “Rossija“, dai 14 vagoni azzurro-rossi, senza compiere soste intermedie, impiega sei giorni per arrivare al Pacifico, attraversando 7 fusi orari.

La transiberiana, la più lunga ferrovia del mondo, di 9.300 Km, incontra popoli (russi, asiatici, caucasici, mongoli, cinesi) foreste, steppe, montagne, deserti. Trasporta viaggiatori e merci dalla stazione moscovita di Jaroslavskij fino a Vladivostok, ultima città prima del Mare del Giappone. Russia, Siberia, Mongolia, Cina: dal fiume Volga, il più lungo d’Europa coi suoi 3.531 Km , ai monti Urali, da Perm, Tjumen, dalle siberiane Kazan, Novosibirsk, Irkutsk , fino al lago Baikal, il più profondo del mondo, a Kabarovsk e a  Vladivostok, porto commerciale dell’estremo Oriente russo.

Da Ulan-Ude parte, poi, un braccio della Transiberiana che arriva a Pechino : la Transmongolica. Compaiono deserti e monti da Ulan Baator, capitale della Mongolia, attraverso il Gobi e le terre di Gengis Khan.

La foto è del sito www.metamondo.it