Archivio

Post Taggati ‘Pascoli’

N.104 Carlo Collodi, toscano e Giovanni Pascoli, romagnolo

6 Aprile 2016 Commenti chiusi

Carlo (1826-1890 )fu il primo di dieci fratelli e Giovanni  (1855-1912), quarto di dieci fratelli.

Entrambi vissuti nel XIX secolo in due regioni dell’Italia centrale, da due famiglie di umili origini. 

Collodi collaborò ai giornali l’Italia musicale,  Il Lampione, satirico politico, Scaramuccia, satirico-teatrale.Nel 1856 scrisse Un romanzo in vapore, Il viaggio per l’ Italia di Giannettino, nel 1876 il primo volume I racconti delle fate,in cui tradusse fiabe francesi di Charles Pérrault. Le avventure di Pinocchio venne  dal  1881, pubblicato a puntate, come “Storia di un burattino” sul “Giornale per bambini” e, nel 1883, venne pubblicato in un libro che ebbe un enorme successo in tutto il mondo. 

Pascoli discepolo di Giosuè Carducci, diventò, dopo alterne vicende familiari (il tragico assassinio del padre) e personali (fu un irrequieto giovane socialista)  professore di Lettere, di latino e greco e  successe al Carducci, nel 1905, nella cattedra di Letteratura italiana all’Università di Bologna. Innovò nella metrica e nelle tematiche della poesia. Poeta, critico letterario in antologie latine (Lyra, 1895; Epos, 1897) e italiane (Sul limitare, 1899; Fior da fiore, 1901). Creò raccolte di poesie Canti di Castelvecchio, Myricae nel 1891 e di prose: Miei pensieri di varia umanità (1903, Patria e umanità (1914); Antico sempre nuovo. Scritti vari di argomento latino .

V.Post n.72

Versi d’autore da riscoprire

1 Ottobre 2015 Commenti chiusi

Sera d’ottobre

Venne la sera ed abbuiò le strade.

Stridule, qua e là, di più colori

correan le foglie….  ……   (omissis)

1891

Giovanni Pascoli (1855- 1912)