Archivio

Post Taggati ‘energia elettrica’

N.115 L’ora legale

3 Aprile 2017 Commenti chiusi

L’ora legale permette un risparmio energetico in conseguenza di un minore utilizzo dell‘illuminazione elettrica.

Nel 1916,  Austria, Repubblica di Weimar, Francia, Italia, Ungheria introdussero l’ora legale. In Italia l’ora legale venne adottata modificando il r.d.  10 agosto 1893 n. 490 relativo al  calcolo dell’ora. Gli Stati belligeranti della Prima Guerra Mondiale volevano risparmiare energia, per la carenza di carbone prodottasi durante il conflitto.

Dal 1940 al 1948 fu abolita e ripristinata varie volte, a causa della Seconda Guerra Mondiale.

In Svizzera, il governo federale decise che il fabbisogno elettrico poteva esser soddisfatto con l’ energia idroelettrica. Solo nel 1941- 1942 si provò ad introdurla ma  venne tolta nel 1943.

Nel 1970 l’ora legale vigeva soltanto in Italia. La Francia la reintrodusse, poi,  nel 1976, Austria e Germania nel 1980.

La Svizzera l’ adottò nel 1981 per uniformarsi al  funzionamento del mercato europeo. Nel 2010 l’Italia , recependo la direttiva europea 2000/84/CE , fissò l’inizio dell’ora legale alle ore 2:00 del mattino dell’ultima domenica di marzo, quando le lancette degli orologi vengono puntate sulle ore 03:00, e il termine alle 2:00 del mattino dell’ultima domenica di ottobre , con l’ora solare,  quando le lancette vengono riportate indietro all’ 01:00.