Post degli anni passati

23 Novembre 2017

….Sono trascorsi oltre cinque anni dalla creazione del primo articolo per questo mio blog. Da ottobre 2012 oltre 122 Post .

Provo a ricordarne i più significativi .

Il fiabesco e la crossmedialità                                  dal Post N.12

….. La letteratura per l’infanzia è una disciplina di confine, che abbraccia molti linguaggi. Per quanto riguarda la crossmedialità (secondo la definizione di Max Giovanoli, riportata in Contaminazioni, la “forma espressiva di un nuovo modo di raccontare, fondato su idee e storie capaci di segnare spazi di affinità determinanti tra i diversi mezzi di comunicazione”) Anna Antoniazzi distingue tra crossmedialità specifica che parte da un determinato soggetto (ad esempio i Pokemon, che passano dal cartoon, ai fumetti, ai videogame, ai giochi , ai film animati …) e crossmedialità tematica quando un tema viene approfondito attraverso vari mezzi di comunicazione.

Da sempre c’è un contatto stretto tra la multimedialità e il fiabesco. 

Le pétit Nicolas                                                                        dal Post N. 34

Nel 1960 René Goscinny (1926-1977) umorista, fumettista, ideatore di Lucky Luke, cow-boy silenzioso e, con Albert Uderzo (1927), di Asterix, creò, con il disegnatore Jean Jacques Sempé, Le petit Nicolas, un bambino chiacchierone, amante del divertimento e del gioco, goloso. Piacque ai bambini che si identificarono in lui, mentre gli adulti ne apprezzarono l’ironia. La storia della vita di questo personaggio venne pubblicata in un libro x ragazzi, in film e in televisione. Da novembre 2012 ad aprile 2013, le avventure del petit Nicolas (Pullus Nicolellus nella lingua dei latini) sono state pubblicate tradotte in latino, con successo: il volume Pullus Nicolellus ha venduto circa 10.000 copie.elevisione.

 

I commenti sono chiusi.